L’illuminazione a led potrà ridurre la criminalità

CILE – Una delle maggiori preoccupazioni nelle comunità di tutto il mondo è il crimine e il Cile non fa eccezione. L’ultima indagine del centro studi pubblici del Cile (il corrispondente del nostro ISTAT) ha rivelato che per il 52% dei cileni la questione più importante è la criminalità.

Mentre alcuni sostengono che i media sono responsabili di questa percezione negativa, la sostanza è che Stato e privati sono costantemente alla ricerca di nuovi modi per combattere questo aspetto negativo della società. Tra le ricerche fatte sorprendono diversi studi che hanno dimostrato come l’illuminazione a led per le strade di una città sia in grado di disincentivare la criminalità.

Una possibile soluzione al crimine?

Due casi studiati in Gran Bretagna e Messico vanno a sostegno di questa ipotesi. In entrambi i luoghi l’illuminazione stradale in alcune specifiche zone è stata migliorata sostituendo le vecchie luci ad incandescenza con led bianchi.

La spiegazione alla base di questo fenomeno è che le luci tradizionali hanno una temperatura colore calda (le lampade emettono una luce di una determinata tonalità chiamata temperatura colore che si misura in Gradi Kelvin, ad esempio la temperatura della luce diurna è di 5.500°K e il suo colore è il blu, quella di una lampadina al filamento di tungsteno è di 3.200°K, il colore è l’arancione) e non riescono a illuminare sia le persone che i volti durante la notte.


Le luci a led invece possono essere fabbricate in diverse temperature colore, fino anche a simulare la luce del giorno, permettendo di illuminare in modo chiaro le persone anche nelle ore notturne (A questo link vi spieghiamo come funziona il color render index)

Ed è proprio questa differenza che fa sentire più sicuro chi passeggia e si traduce in un calo dei casi di criminalità dove viene installata.

L’ex sindaco di Aguascalientes, Lorena Martínez spiega allora come questo progetto è stato sviluppato durante il suo mandato:

Il problema principale, suggerisce Martinez, è il costo di questo tipo di iniziativa. Cambiare l’illuminazione di un comune può essere una spesa molto alta e pesare sul bilancio anche in termini di aumento dei consumi soprattutto quando si tratta di luci alogene bianche; che forniscono i risultati migliori in termini di illuminazione ma peggiorano i consumi.

Questo è importante se si considera che, in media, il costo dell’energia elettrica per l’illuminazione pubblica può rappresentare il 40% del bilancio comunale.

Ma questo discorso cambia se vengono utilizzate luci a led. Mentre il costo iniziale può essere più elevato, i benefici per medio e lungo termine valgono l’investimento: il consumo di energia più basso, meno danni ambientali e minori costi di manutenzione.

Inoltre, contribuisce a ridurre il crimine come abbiamo spiegato sopra.

Come riportato da El Pais “i programmi di illuminazione stradale a LED hanno un rientro dell’investimento di 5 anni, tempistica che è destinata a diminuire ulteriormente nei prossimi anni”.

Link:

http://www.biobiochile.cl/noticias/sociedad/curiosidades/2017/07/06/la-iluminacion-con-luces-led-en-calles-puede-reducir-la-delincuencia-en-casi-la-mitad.shtml

http://www.eldefinido.cl/actualidad/pais/7806/Mas-delincuencia-en-Chile-Los-datos-de-la-percepcion-versus-la-realidad/

https://www.crimesolutions.gov/ProgramDetails.aspx?ID=84

https://blogs.iadb.org/sinmiedos/2015/03/05/como-una-luz-blanca-y-una-linea-verde-disminuyo-la-delincuencia/

https://internacional.elpais.com/internacional/2017/07/04/america/1499183758_111581.html